Archivio di Stato di Gorizia
SCOPRI I SERVIZI
Patrimonio
L’Archivio conserva gli archivi prodotti in loco dalle istituzioni politiche, amministrative e giudiziarie della monarchia asburgica e – a partire dal 1918 – dello Stato italiano, archivi di enti locali, archivi notarili, archivi tavolari e catastali, archivi di famiglie e di persone, archivi professionali nonché fondi pubblici e privati acquisiti a vario titolo (deposito, acquisto, donazione), per un totale di oltre 4 km lineari di collocazione nei depositi.
CLICCA QUI
Risorse digitali
Consulta il materiale digitale (mappe catastali, database, elenchi, etc.) utile ai fini delle ricerche archivistiche.
CLICCA QUI
Sala di studio
Presso la Sala di studio, il cui accesso è libero e gratuito, è possibile consultare la documentazione conservata dall'Istituto.
CLICCA QUI
Previous
Next

Prenotazione Sala di studio

L'accesso alla Sala di studio dell’Archivio di Stato di Gorizia è consentito al pubblico esclusivamente previa prenotazione. Per conoscere le modalità di consultazione e per effettuare la tua prenotazione consulta la pagina dedicata.

Servizi

Dove siamo

ORARI SALA DI STUDIO
LUNEDÌ E MERCOLEDÌ

8.00 – 11.00
11.00 – 14.00
14.00 – 16.30

MARTEDÌ, GIOVEDÌ, VENERDÌ

8.00 – 11.00
11.00- 14.00

Avvisi

Auguri di buona Pasqua 2022

Il direttore e il personale dell’Archivio di Stato di Gorizia augurano a tutti una lieta e serena Pasqua 2022 CONDIVIDI QUESTO ELEMENTO: Share on facebook Share on twitter Share on email

LEGGI DI PIÙ

Nuova modalità di accesso alla Sala di studio

Si comunica che dal giorno 4 aprile 2022, l’accesso alla Sala di studio è consentito esclusivamente tramite prenotazione da effettuarsi mediante accesso alla pagina web istituzionale dedicata. Sarà possibile prenotare il proprio posto con un anticipo di almeno 24 ore. La prenotazione della sola giornata di lunedì dev’essere...

LEGGI DI PIÙ

La Cultura unisce il mondo

Il Ministero della Cultura guidato da Dario Franceschini, con la campagna digitale “la cultura unisce il mondo”, che coinvolge musei, biblioteche, archivi e istituti culturali statali, ricorda che l’Italia ripudia la guerra ed esprime la piena e incondizionata solidarietà all’Ucraina....

LEGGI DI PIÙ

Super Green pass – 10 gennaio 2022

Visti i vigenti provvedimenti governativi di contenimento della pandemia da Covid-19, si comunica che per tutta la durata dello stato di emergenza la Sala di studio dell’Istituto osserverà i seguenti orari: Lunedì dalle 14.00 alle 16.00; Martedì, Giovedì e Venerdì...

LEGGI DI PIÙ

Auguri di buone feste

Il direttore e tutto il personale dell’Archivio di Stato di Gorizia augurano un buon Natale e un sereno 2022 CONDIVIDI QUESTO ELEMENTO: Share on facebook Share on twitter Share on email

LEGGI DI PIÙ

Avviso Sala di studio – 20 ottobre 2021

In ottemperanza alle recenti disposizioni governative, l’accesso alla sala di studio dell’Archivio di Stato di Gorizia è  ampliato al massimo dei posti disponibili, suddivisi in due turni consecutivi. Sono previsti i seguenti turni di consultazione: lunedì: dalle 14.00 alle 16.00...

LEGGI DI PIÙ

Domenica di carta 2021

In occasione del progetto nazionale “Domenica di carta”, quest’anno centrato sul tema “Le storie delle donne nelle carte d’archivio”, l’Archivio di Stato di Gorizia proporrà una presentazione power point intitolata “L’altra metà del cielo: vite di donne nei documenti storici...

LEGGI DI PIÙ

Giornate europee del patrimonio 2021

Presentazione È possibile vedere la presentazione dell’evento direttamente alla pagina dedicata PATRIMONIO CULTURALE – TUTTI INCLUSI “ TUTTI IN ARCHIVIO!” L’Archivio di Stato di Gorizia anche quest’anno aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio, caratterizzate dal tema “Patrimonio culturale – tutti...

LEGGI DI PIÙ

Documento del mese

Aprile 2022 – Osti sotto inchiesta

Il documento del mese di aprile proviene dal fondo archivistico “Pretura di Gradisca (1503-1830)” e riguarda un processo, datato 1 febbraio 1719, che vede imputati due osti della località di Farra (oggi Farra d’Isonzo), colpevoli di “ haver tenuta apperta la loro Hostaria doppo il sono dell’Avemaria e datto ricetto...

LEGGI DI PIÙ

Dantedì 2022 – Dante parla anche tedesco

La giornata del 25 marzo è stata istituita dal Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della cultura, come giorno nazionale dedicato a Dante Alighieri. Con tale scelta si vuole celebrare in tutta Italia e nel mondo intero il genio del divino poeta, e appunto il 25 marzo viene identificato,...

LEGGI DI PIÙ

Febbraio 2022 – Ballo di Carnevale

È il 3 febbraio 1887. L’Associazione goriziana di ginnastica comunica all’imperial regio Capitanato distrettuale di Gorizia i nominativi dei direttori eletti in una adunanza generale e unisce il programma delle feste per il Carnevale.La sera del Giovedì grasso, il 17 febbraio, si sarebbe tenuto il “Ballo dei bambini”, in occasione...

LEGGI DI PIÙ

Giornata del ricordo 2022

Subito al termine della seconda guerra mondiale, la popolazione italiana dell’Istria non abbandonò i propri territori, sperando in una possibile normalizzazione del difficile clima sociale in queste terre di confine, soggette a un nuovo sistema politico. In Dalmazia invece, fin dal 1943-1944, ci fu un grande esodo di massa, come...

LEGGI DI PIÙ

Giornata della memoria 2022

Il 7 dicembre 1943 partiva da Trieste un convoglio con destinazione Auschwitz. Nelle stesse ore a Gorizia, il Capo della Provincia trasmetteva ai podestà e ai commissari prefettizi il provvedimento emanato il 1° dicembre dal Ministero dell’educazione nazionale: era disposto il sequestro di tutte le opere d’arte appartenenti agli ebrei...

LEGGI DI PIÙ

Gennaio 2022 – Dalle carceri all’osteria

È del gennaio 1886 questo documento compilato nelle Carceri dell’I. R. Tribunale Circolare di Gorizia, nel quale si legge della pena – consistente in una “reclusione solitaria in cella oscura per 24 ore inasprita col digiuno” – inflitta a sei detenuti da parte dell’Ispettorato delle carceri “per essersi dessi assentati...

LEGGI DI PIÙ

Dicembre 2021 – Natale 1969

Nel 1969 l’Ufficio provinciale ENAL di Gorizia bandì la 12a edizione del concorso “Per la più bella letterina a Gesù Bambino”. L’Ente nazionale assistenza lavoratori sostituì nel 1945 il “Dopolavoro Italiano”, con scopi di promozione e formazione sociale mediante la ricreazione educativa, lo sviluppo e la valorizzazione delle iniziative e...

LEGGI DI PIÙ

Novembre 2021 – Francesco Zanolla (1820-1900)

L’undecimo mese del nostro calendario è tradizionalmente dedicato al ricordo delle persone defunte. Si è voluto trarre spunto da questa ricorrenza nella scelta del documento che oggi vi è presentato, estratto dal fondo archivistico “Giudizio distrettuale di Monfalcone”.  L’ente produttore, ossia il Giudizio distrettuale, era un’istituzione del governo asburgico deputata...

LEGGI DI PIÙ

Ottobre 2021 – La biblioteca E.N.A.P.I.

L’Archivio di Stato di Gorizia conserva, tra le sue collezioni documentarie, anche del materiale bibliografico. Oltre alla biblioteca d’Istituto, che annovera volumi di contenuto tecnico utili ai fini delle ricerche archivistiche, alcuni fondi librari sono stati versati all’Archivio di Stato contestualmente a quelli archivistici. Tra tali fondi librari va menzionato...

LEGGI DI PIÙ

Settembre 2021 – Ventilazione di Floriano Corsig

Il fondo archivistico del “Giudizio Distrettuale di Quisca – Cause civili” (1791-1846) è attualmente in fase di riordinamento, quindi non può essere ammesso alla pubblica consultazione. Nondimeno, crediamo di fare cosa gradita col divulgare, di tanto in tanto, qualche documento in esso contenuto, in modo da accostarci alle tracce d’archivio...

LEGGI DI PIÙ

Agosto 2021 – Ritorno a scuola

Il documento di agosto è dedicato agli insegnanti che, tra controlli e controllori, torneranno presto nelle aule scolastiche in un clima, auguriamo, non troppo teso.Il nostro viaggio nel tempo ci riporta all’aprile del 1943, quando il controllo era pervasivo e la malattia virale era la delazione. E anche nel microscopico...

LEGGI DI PIÙ

Luglio 2021 – Longatico: marzo 1921

Il trattato di Rapallo (12 novembre 1920) fu sottoscritto dall’Italia e dalla Jugoslavia per stabilire il confine definitivo tra i due Stati, ponendo fine al regime armistiziale ancora vigente fin dalla fine delle operazioni militari contro l’Austria-Ungheria, nel novembre 1918. A seguito del medesimo, il regno sabaudo poté formalizzare l’annessione...

LEGGI DI PIÙ

Partners